Palermo – Maxi risarcimento per caso di malasanità, con una sentenza del Tribunale civile di Palermo, ad essere accusati sono due sanitari, a causa di una lesione provocata durante un intervento chirurgico, effettuato nel 2008, all’interno del reparto di Ginecologia.

La vittima ha ricevuto oltre 150 mila euro di risarcimento, a doverli versare sarà l’Arnas Civico del comune di Palermo per sentenza del tribunale civile. L’arnas attualmente ha dato il via libera al pagamento, da un lato, mentre dall’altro ha trasmesso alla Corte dei Conti la sentenza, in modo che possa, quest’ultima, valutare l’eventale responsabilità erariale a carico dei due chiurughi coinvolti nel caso.

Vediamo insieme cosa c’è all’origine del risarcimento

Tutti iniziò con un intervento chirurgico di laparoisterectomia totale, la vittima, una donna sottoposta all’intervento nel novembre del 2008, presso l’unità di Ginecologia. a seguito di tale operazione vi fu una prima richiesta di oltre 327 mila euro di danni legati a “malpractice”.

Nel corso del processo civile fu poi una consulente tecnica d’ufficio a ravvisare quelli che furono classificati come difetti di comportamento tecnico-professionale dei sanitari chirugici, che hanno comportato la lesione di un nervo femorale destro alla paziente.

La condanna è stata da subito consequenziale e il Tribunale ha condannato oggi l’Arnas Civico a versare 152 mila euro per i danni, inoltre è stata accolta anche la domanda di malleva, dell’azienda ospedaliera nei confronti della compagnia assicurativa, che coprirà anche i 13.400 euro di spese di lite, nonchè quelle d’iva e cpa.

Una nuova vittoria per le tante vittime di casi di malasanità sul terriotorio italiano, che con la modifica della legge ha consentito di velocizzare anche il processo di risarcimento danni. Se anche tu sei stata vittima, o un tuo famigliare, non esitare a contattarci presentando il tuo caso. Saremo in grado di fornirti, gratuitamente, personale altamente specializzato, sia legale che medico. Inviaci ora la tua richiesta compilando il seguente form.